La mia piccola banca di fiducia

24 Febbraio 2020

Non permettevo a nessuno di parlare male di lui. Mi infastidivano perfino le piccole battute. Non mi era mai capitato. In passato, non era mai stato un problema con le altre persone che avevo amato. Ma lui, per quanto mi aveva ferita, per quanto mi aveva lasciato l’amaro in bocca e l’assenza di risposte; per quanto avevo collezionato così tanti sassolini nelle scarpe da camminare sui macigni, nessuno doveva permettersi di dire nulla. Lo difendevo sempre, anche se lui non poteva saperlo. Era stata la persona di cui mi ero fidata di più al mondo ed oggi, nonostante tutto il dolore, lui era rimasto la mia piccola banca di fiducia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...