Ci incolliamo

È sempre la stessa storia, tra di noi.
Inizio pensando che non voglio risponderti, che devo starti lontana, che userò due o tre parole di cortesia per troncare ogni dialogo. Ma poi accade la stessa cosa del primo giorno: ridiamo, scherziamo, ci incolliamo. Doveva essere un messaggio ma diventano molti. Dovevano essere solo due minuti ma diventano delle ore. Ci incolliamo. Adesso per iscritto, ogni tanto, sul telefono. Prima invece era la pelle, la mia sulla tua. Gli abbracci e i baci. E i sorrisi. E gli sguardi. Io incollata a te. È cambiato tutto, quanto ci fa comodo pensarlo? Poi iniziamo a scrivere e, allora, chiunque capirebbe: non è cambiato niente. Ci incolliamo.